CLOROFILLA: Salute, Benessere e Ossigeno

La Clorofilla aumenta i globuli rossi

La clorofilla possiede delle caratteristiche essenziali per tenere il sangue pulito, ha infatti la capacità di liberare le arterie dalle tossine, aumentando la conta dei globuli rossi, responsabili dell’apporto di ossigeno per tutti i distretti dell’organismo, tessuti e organi e per prevenire l’anemia.

Una ricerca mostra come la somministrazione di clorofilla in varie specie animali gravemente anemici, aumenti significativamente il numero dei globuli rossi in soli 4 o 5 giorni. La migliore qualità del sangue si traduce inoltre in maggiore energia, vitalità e resistenza alla fatica.

La Clorofilla elimina cattivi odori e fornisce aminoacidi essenziali

L’innalzamento dei livelli di ossigeno, regolato dalla clorofilla, elimina i cattivi odori corporei determinati dall’uso di tabacco, dall’assunzione di aglio e altri cibi fortemente caratterizzati o da sudorazioni abbondanti, piuttosto che da fermentazione del cibo nell’intestino e altro ancora. Questo è dovuto al fatto che i batteri che causano i cattivi odori, hanno bisogno di un’ambiente anaerobico per sopravvivere, ma l’uso regolare di clorofilla e la conseguente aumentata ossigenazione rappresenta la migliore arma per distruggerli. La clorofilla apporta anche numerose tipologie di aminoacidi, importanti per stimolare la crescita di tessuto muscolare sano, e questo contribuisce a fornire la giusta dose di proteine di alta qualità.

La Clorofilla, il betacarotene e la disintossicazione dai metalli 

La clorofilla è, altresì ricca di betacarotene. Il Dr. Chiu-nan Lai dell’Università del Texas ha studiato le qualità anti cancerogene della clorofilla e ha dimostrato nello studio clinico Ames Bacterial Mutagenicity, durato 20 anni, su oltre 20.000 lavoratori di una compagnia telefonica, che una dieta ricca di beta-carotene ha il potenziale per annullare gli effetti nocivi di quasi 30 anni di fumo. Anche una ricerca del National Cancer Institute afferma che ci sono il 40% di probabilità in meno di sviluppare il cancro quando vi è una dieta ricca di betacarotene.

Un altro aspetto fondamentale della clorofilla è il suo infaticabile lavoro nel disintossicare il sistema linfatico, aiutando il fegato a rimuovere efficacemente sostanze tossiche come mercurio, piombo, rame o cadmio che possono accumularsi nel corpo. La clorofilla aiuta anche a scovare incrostazioni e materia fecale negli intestini e nel colon. Quando soggetti fortemente intossicati iniziano ad assumere clorofilla sotto forma di integratori alimentari o anche semplicemente a provare centrifughe o frullati verdi, nel corso dei primi giorni andranno incontro ad una leggera nausea. Questo perché la clorofilla espelle molto velocemente le tossine immagazzinate all’interno delle cellule.

La Clorofilla previene lo sviluppo di virus, ripristina il ph e regola i livelli di zucchero nel sangue

Altri studi scientifici hanno dimostrato che la clorofilla è importante nel prevenire la crescita e lo sviluppo di batteri nocivi, virus e lieviti, perché crea un ambiente sfavorevole per i microbi dannosi, inibendo la loro sopravvivenza, dando così al corpo la possibilità di guarire in modo autonomo e naturalmente. D’altra parte, la clorofilla ripristina i normali livelli di pH nel nostro organismo, permettendo la crescita e lo sviluppo di batteri benefici, al fine di garantire un equilibrio ottimale tra batteri ‘buoni’ e ‘cattivi’.

La possibilità di regolare i livelli di glucosio nel sangue, rende la clorofilla un incredibile alleato per i diabetici. L’alto contenuto di fibre e la presenza di magnesio, controlla l’assorbimento di zuccheri e di colesterolo, impedendone l’aumento nel sangue. Numerosi studi hanno infatti dimostrato che il magnesio svolge un ruolo chiave nel ritardare i sintomi del diabete di tipo 2.

In conclusione, l’assunzione regolare di 100 mg di clorofilla due volte al giorno, al mattino a digiuno e la sera poco prima di andare a dormire, assicura salute e benessere al nostro organismo.